USB SANITA MARCHE: PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO? SOLO 8 ISPETTORI PER 5 DIRIGENTI

Al dipartimento di prevenzione dell’area vasta 5 si pensa a “sistemare” i direttori e il personale non c’è.

Ascoli Piceno -

Presso il dipartimento di prevenzione dell’AV5, nello specifico presso il Servizio Prevenzione e Sicurezza sul Lavoro, i dirigenti/direttori si litigano gli ispettori per il raggiungimento dei propri obiettivi. Ma gli obiettivi dei direttori sono il bene dell’utenza? Rivolgendo lo sguardo al presente ed al passato certamente NO!!!

Gli incedenti sul lavoro si moltiplicano anche in questo lungo periodo di crisi economica del settore produttivo, questo lascia inequivocabilmente trasparire il fatto che presso un servizio che dovrebbe fare prevenzione sugli eventi infortunistici qualcosa non va!!

Si, in effetti a non funzionare è più di una cosa, nel corso degli anni NON si è posta la giusta attenzione ad un servizio così delicato, la cui attenta attività parte proprio dal “basso” ovvero dagli ispettori che quotidianamente devono rispondere:

All’utenza che segnala, richiede e giustamente pretende;

Alle Procure dalla Repubblica presso i Tribunali di Ascoli e Fermo;

Ai tanti dirigenti e direttori che affollano i servizi e che dovrebbero costituire una unica regia.

Stiamo parlando di un ufficio prevenzione e sicurezza sul lavoro, il cui personale ispettivo è sempre sovraccaricato infatti da tempo i lavoratori della base urlano e chiedono rinforzi almeno per tentare di colmare le tante richieste avanzate dalla moltitudine di direttori, il cui rapporto ispettori-dirigenza è abnorme quasi 1:1 !!!

Il parco ispettori fermo da anni, non è stato mai rinnovato ne rimpinguato con ispettori più giovani, questi ultimi da anni escono delle piu prestigiose università italiane. Stiamo parlando di persone che hanno compiuto un percorso di studi triennale o addirittura specialistico e qualora abbiano la “fortuna” di entrare in questo circuito essi vengono lasciati alla mercè di tutti, con sulle spalle un carico di lavoro enorme ed uno stipendio di 1400 euro.

Certo secondo l’arcaica mentalità vigente alcune lauree sono piu prestigiose di altre, alcune possono dirigere ( a volte anche loro stessi) da dietro le scrivanie, ed altre devono andare sul territorio e sobbarcarsi tutte le responsabilità del caso.

Ricordiamo che le ultime assunzioni hanno riguardato altri settori mentre agli ispettori viene richiesto: di turnare, di essere sempre a disposizione della totalità dei dirigenti/direttori, della centrale 118, delle forze di polizia, degli altri enti ispettivi e di chi prima li reclama!!

Questa “organizzazione” sta minando l’entusiasmo dei lavoratori, oltre che l’attenzione di seguire le questioni con la giusta e corretta accortezza che certe pratiche infortunistiche e certa vigilanza richiede!!!

L’USB si rivolge ai tanti…tanti…tanti…Direttori e chiede con forza e determinazione al DIRETTORE ASUR Dott. Marini e all'Assessore alla Sanità regione Marche nonché Governatore CERISCIOLI di investire le risorse economiche sottratte alla Sanità Marchigiana (5 Milioni di Euro sui Fondi Contrattuali e 5 Milioni di Euro di risparmi sul costo del personale) in Assunzioni dei lavoratori a partire dalla prevenzione!

E’ TEMPO DI TORNARE A LAVORARE SOPRATTUTTO SULLA PREVENZIONE!!! Soprattutto al fine di sperare di avere un servizio prevenzione e vigilanza all’altezza di tante realtà italiane che funzionano!!

L’USB urla a gran voce basta POLTRONIFICI!!!!

RIPARTIAMO CON LE ASSUNZIONI DAL BASSO DAI BISOGNI DEI LAVORATORI E DELL’UTENZA.

 

Delegati USB-Area Vasta 5