USB SANITA LIGURIA: REGIONE, IL TEMPO DI VESTIZIONE VA RETRIBUITO

Il tempo per indossare la divisa da operatore sanitario va riconosciuto come parte dell'orario di lavoro e va retribuito.

Genova -

Il nostro sindacato, interpretando la richiesta di tanti colleghi, e' deciso a portare la questione all'ordine del giorno nella' sanita' ligure,

Del resto gia' nel 2014 abbiamo avviato nell' Istituto Gaslini ,tramite un proprio delegato, una causa pilota risultando vincitore di ben due gradi di giudizio e attualmente in attesa della definitiva sentenza della Cassazione.

 

Per questo abbiamo inviato all' Assessorato Regionale alla Sanita' una richiesta di apertura di un tavolo di confronto e di trattativa per arrivare a modificare gli orari di lavoro che devono includere un minutaggio retribuito che sia sufficiente per indossare e togliere la divisa da lavoro.

Uguale richiesta e' stata fatta a tutti i gruppi consiliari della Regione per verificare la disponibilità a presentare una mozione in tal senso.

 

A conforto della nostra richiesta abbiamo citato i provvedimenti gia' presi da due altre regioni , come la Lombardia e la Toscana.

La prima con una circolare del 7 agosto 2009 che dava indicazioni alle aziende sanitarie di avviare accordi in tal senso, successivamente stipulati dalle singole aziende.

La seconda con la recente delibera 841 del 31.7.2017 che stabilisce precise linee di indirizzo sulla materia.

 

Del resto, sulla materia, vi è un orientamento ormai consolidato della Corte di Cassazione con ben tre sentenze a favore (nn.19358 del 2010, 2837/2014 e 1352/2016) secondo cui il tempo per la vestizione ,se imposto dal datore di lavoro, rientra a pieno titolo nell’orario di lavoro.

 

Ed inoltre il decreto legislativo 8 aprile 2003, n. 66 stabilisce, all’art. 1, comma 2, lett. a), che, per “orario di lavoro”, s' intende “qualsiasi periodo in cui il lavoratore sia al lavoro, a disposizione del datore di lavoro e nell’esercizio della sua attività o delle sue funzioni”.

 

Uguale direttiva comunitaria ci indica come ,ai sensi dell’art. 2 punto 1 della Direttiva 23 novembre 1993 n. 93/104 del Consiglio dell’Unione Europea, come rientrante nell’orario di lavoro qualsiasi periodo in cui il lavoratore sia a disposizione del datore di lavoro e nell’esercizio della sua attività o delle sue funzioni.

 

COORDINAMENTO USB SANITA' LIGURIA