USB SANITA VENETO: Dichiarazione di stato di agitazione sindacale per i dipendenti dell’Azienda Ospedaliera di Verona. Richiesta di incontro di raffreddamento, art 2 comma 2 legge 146/90.

Verona -

 

La scrivente o.s. dichiara lo stato di agitazione sindacale per tutto il personale dell’Azienda Ospedaliera di Verona.

Le motivazioni dello stato di agitazione sono le seguenti:

La Direzione dell’Azienda ospedaliera di Verona, con delibera n. 682 del 31 luglio 2017 ha deciso di appaltare il servizio svolto dal personale elettricista (34 operatori) degli ospedali di B. Trento e di B. Roma a favore della ditta Carbotermo. Una decisione unilaterale, comunicata all’ultimo, al personale interessato e ala scrivente oss.

Usb, è da sempre contraria a certi appalti voluti, come questo, dalla Direzione regionale della Regione Veneto, che nel lungo termine, come ormai dimostrato ovunque, non sono così vantaggiosi economicamente e che sono il preludio a un progressivo e lento processo di privatizzazione della sanità regionale

Tale appalto comporterà già da subito la mobilità interna di 10 elettricisti presso i sevizi di sterilizzazione, portineria e centralino. Gli altri 24 entro la fine 2018.

Comporterà per questi lavoratori la perdita della loro professionalità e una dequalificazione. Comporterà per alcuni una perdita del salario nel lungo periodo, a causa della modifica della loro turnazione.

La scrivente oss, da subito contraria a tale scelta, aveva nei giorni scorsi chiesto, un’ incontro urgente con la direzione e per tutta risposta è arrivato un invito ad un tavolo tecnico che doveva stabilire le mobilità interne del personale interessato. Quindi la Direzione è andata avanti per il suo percorso, non volendo saperne di sospendere la delibera in oggetto.

Addirittura ha convocato per il 19 c.m. i primi 10 elettricisti, per informarli la nuova collocazione.

Ci troviamo quindi costretti a dichiarare lo stato di agitazione sindacale affinché si fermino e si possa discutere.

In caso di esito negativo dell'incontro, la scrivente si riserva di attuare tutte le forme di mobilitazione del personale che saranno utili se non verrà sospesa la delibera di appalto del personale elettricista, non ultima la proclamazione di una giornata di sciopero per i dipendenti dell’Azienda Ospedaliera di Verona. Facciamo presente infine, che, come previsto dalle norme vigenti, le parti, in questo frangente, fino alla prevista convocazione, non possono intraprendere azioni unilaterali e pertanto il giorno 19 c.m. la direzione aziendale non può convocare il personale elettricista.

In attesa di convocazione, porgiamo distinti saluti.

 

Martelletto Federico

responsabile P.I. USB