BRUNETTA E MARCHIONNE SONO ARRIVATI ANCHE IN VALTELLINA: A.O. VALTELLINA VALCHIAVENNA, ACCORDO SUL PART-TIME, NON C'E' LIMITE ALLA VERGONA

Sondrio -

Giovedì 20 Aprile “Brunetta e Marchionne” sono arrivati nell’A.O. VV, grazie all’Accordo firmato da cgil,cisl,uil, nursing up, una parte della RSU (i delegati RSU/USB non hanno firmato) e l’Amministrazione, con questo vergognoso accordo, i sindacati complici permettono a questa Amministrazione di revocare la concessione del Part-time, violando anche la legge sui Congedi Parentali, garantendo all’Azienda l’assoluta padronanza di concedere o modificare un Diritto per le Lavoratrici e  Lavoratori.



Con questo accordo si può affermare che i sindacati concertativi, e la RSU hanno introdotto in modo peggiorativo la legge brunetta e il collegato lavoro, e il nuovo modello sindacale voluto da Marchionne, e avvallato le proposte dell’Azienda, perché l’accordo:


·    Prevede la creazione di un contingente unico di personale dove unifica il 25% del personale avente diritto al Part-time come da contratto nazionale, e il 10% che il contratto nazionale prevede per il personale con gravi motivi famigliari (legge 53/2000)


·    Non garantisce il mantenimento dell’attuale percentuale del 35% in quanto verrà rimpiazzato, dopo la prima fase, soltanto il 50% dei posti a tempo parziale che si saranno resi vacanti.


·    È, in sostanza, sfavorevole ai dipendenti interessati, in quanto la revisione di tutti i part-time in essere sarà graduale, ma ci sarà e riguarderà sia l’orario di lavoro orizzontale/verticale, sia la percentuale di part-time introducendo solo 2 opzioni obbligatorie del 66,66% e del 83,33% favorendo, in tal modo, solo le esigenze dei singoli servizi. Infatti, per i lavoratori turnisti è prevista la sola articolazione verticale dell’orario di lavoro, mentre è prevista un’articolazione orizzontale/verticale a seconda delle necessità organizzative, per tutti gli altri settori sanitari, amministrativi e tecnico/economati.


·    Sono NEGATI i criteri di applicazione conformi ai “principi di correttezza e buona fede” che la legge richiama e che devono essere osservati dall’Amministrazione, e soprattutto dai loro amici, RSU, cgil,cisl,uil, e i loro codazzi.


·    Questo accordo è stato firmato senza prima sentire i lavoratori come di loro consuetudine fare, poi senza vergogna nelle feste di Pasqua hanno indetto le riunioni del personale comunicando l’accordo, “dicendo” o questo o niente.

 


 
USB DICE NO A QUESTO VERGOGNOSO ACCORDO PERCHE’:


>    NON E’ POSSIBILE PENSARE CHE SI POSSA PROCEDERE A MODIFICARE UNILATERALMENTE UN RAPPORTO CONTRATTUALE SENZA IL CONSENSO DEL DIPENDENTE


>    NON E’ AMMISSIBILE E NON LO PERMETTIAMO DI LASCIARE LA VITA PRIVATA E LAVORATIVA, I PROBLEMI FAMIGLIARI ALLA DISCEZIONALITA’ DELLA CONTROPARTE AZIENDALE UMILIANDO I LAVORATORI

 



QUALORA IL VOSTRO RAPPORTO DI LAVORO SIA A TEMPO PARZIALE PRIMA DEL 25 GIUGNO 2008, VI INVITIAMO A NON ADERIRE IN MANIERA AVVENTATA E PRONA A PROPOSTE CHE VANNO A LEDERE I DIRITTI ACQUISITI E, SOPRATTUTTO, A NON FARVI INTIMORIRE IN SEDE DI APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA ( ES. COLLOQUIO, LETTERA DA RESTITUIRE CONTROFIRMATA ECC.) DA PARTE DELL’AZIENDA.



IL SINDACATO USB E’ A DISPOSIZIONE DI TUTTI I LAVORATORI PER CHIARIMENTI ED EVENTUALMENTE A RAPPRESENTARVI E/O ASSISTERVI IN FASE DI REVOCA

 

DA OGGI 5 MAGGIO 2011 USB HA DICHIARATO LO STATO DI AGITAZIONE DEL PERSONALE, E PORTERA’ L’AZIENDA DAVANTI AL PREFETTO PER ANNULLARE QUESTO ACCORDO.


E STA PREDISPONENDO LA FASE AL GIUDICE DEL LAVORO PER DIFENDERE UN DIRITTO DELLE LAVORATRICI E LAVORATORI.



CONTATTO IL SINDACATO USB DELLA PROVINCIA DI SONDRIO PER DARE VOCE ALLA TUA RABBIA

 

PER INF. MASSIMO 3471969644 – SEDE PROVINCIALE USB SONDRIO

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni