Sanità, in Calabria 70 precari grazie alle lotte USB diventano dipendenti a tempo indeterminato

Reggio Calabria -

La notizia era nell’aria da tempo ma come avviene sempre in questi casi abbiamo aspettato che fosse ufficiale. Adesso lo è : l'#ASP di #Cosenza poche ore fa ha pubblicato la delibera con la stabilizzazione per i precari che avevano raggiunto dei 36 mesi nel 2020, “così come previsto nell’Art. 20 del D.lsg. 75/2017 e successive modifiche”.

Fuori dal burocratese significa che dopo le manifestazioni e pressioni sindacali dell’USB l’ASP di Cosenza ha posto fine alla precarietà lavorativa di 70 persone, per lo più infermieri ma anche medici tecnici e OSS: 70 persone che dopo anni di sacrifici e precarietà adesso sono dipendenti a tempo indeterminato.

A loro va il nostro più sincero augurio, convinti come siamo che la loro voglia di lottare non si fermerà siamo sicuri che insieme riusciremo a strappare altre vittorie.
Anche per questo cogliamo l’occasione per ricordare che l’USB è in fase di mobilitazione, per la proroga dei contratti in scadenza il 31 Luglio e per avviare un piano straordinario di stabilizzazioni e assunzioni che restituisca dignità ai lavoratori e ai pazienti calabresi

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati