FERMA CONDANNA PER LA CACCIA AI FERITI NEGLI OSPEDALI ROMANI

dopo gli scontri di piazza la polizia inizia la caccia ai feriti nei pronto soccorso

Roma -

L’episodio più grave è avvenuto all’Ospedale S. Camillo di Roma dove alle proteste dei medici e degli Infermieri del Pronto Soccorso – impegnati su un giovane ferito in codice rosso -  e alla ferma volontà dei sanitari di mettere in atto gli urgenti accertamenti e cure la polizia ha risposto minacciando il personale in servizio “o ce li fate identificare qui e ora o denunciamo anche voi”.

Grave e inquietante anche il ruolo svolto da “un Dirigente regionale del 118, già in forza come medico al S. Camillo” che avrebbe fatto pressione sui suoi ex colleghi per “facilitare, senza indugi, il compito della polizia” e per il quale l’USB chiederà alla Direzione Generale dell’ARES 118 e alla Presidente della Regione Lazio di fare immediata chiarezza sull’episodio e di prendere le distanze e provvedimenti da un atteggiamento in aperta violazione di un diritto costituzionale e di istigazione all’inosservanza del codice deontologico al quale è legato il personale sanitario.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni