Lazio. RdB-CUB e COBAS rilanciano la vertenza regionale sull'internalizzazione dei servizi e la stabilizzazione di tutto il personale

In allegato il volantino

Roma -

Dopo 4 anni di legislatura regionale passati inutilmente, è urgente e necessario riprendere l’iniziativa per affrontare e risolvere definitivamente il problema.

RdB-CUB e COBAS riprendono la vertenza contro la Regione Lazio



A fronte del così detto “Piano di rientro dal deficit sanitario” che ha comportato e comporterà  tagli ai posti letto, chiusura di ospedali e strutture sanitarie, reintroduzione dei famigerati ticket solo come strumenti per reperire soldi, nulla è stato fatto dalla Giunta Marrazzo rispetto alla reinternalizzazione dei servizi e del personale a gestione diretta presenti in tutte le strutture sanitarie regionali e alla stabilizzazione dei lavoratori esternalizzati.



Da anni il sindacalismo di base denuncia sprechi di risorse, appalti milionari a ditte e cooperative, che arricchiscono chi della salute ne fa profitto gonfiando i conti della Sanità Pubblica.


A tutt’oggi la Giunta regionale ha tagliato i servizi ma si è ben guardata dal toccare questi appalti, affidati alcuni senza gara, molti scaduti o in scadenza, vera e propria intermediazione di manodopera, che costano alla Sanità molto più che se i lavoratori impegnati fossero assunti dalle rispettive aziende e ospedali.
 

Diciamo basta!!!



Chiediamo la reinternalizzazione dei servizi e dei lavoratori attraverso il riconoscimento del servizio svolto in anni di lavoro nel Servizio Pubblico, seppure alle dipendenze dei vari caporali.


Chiediamo la stabilizzazione di tutto il personale interinale, co co co e tempi determinati.


Chiediamo a questa  legislatura regionale in scadenza nel 2010 un provvedimento legislativo che chiuda definitivamente lo scandalo degli appalti e della precarietà nella Sanità Pubblica, tempi e atti certi per porre fine a questo scempio di risorse che genera precarietà, salari da fame e minor qualita’, con arricchimenti dei soliti noti con i soldi del Servizio Pubblico.



Le RdB-CUB e COBAS unitariamente hanno indetto lo stato di agitazione e avviato le procedure per una forte mobilitazione di tutti i lavoratori del settore nei confronti della Giunta Marrazzo che, dopo anni di promesse e falsi provvedimenti, è latitante sul problema che, se risolto, farebbe risparmiare milioni di euro di risorse pubbliche.

Chiediamo l’immediata apertura di un confronto alla Regione Lazio e chiamiamo tutte/i lavoratrici e lavoratori alla mobilitazione per rivendicare Dignità e Diritti.

 

RdB-CUB Sanità Roma e Lazio   Cobas Sanità Università e Ricerca

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni