Precarie di Legnano licenziate. Ancora una giornata di lotta. Ancora una giornata di sciopero del futuro.

Le donne annunciano: stiamo lavorando per tutti i precari e tra pochi giorni vedrete di cosa siamo capaci

Legnano -

Lunedì 2 febbraio le precarie licenziate del Call Center dell'Ospedale di Legnano, daranno vita ad una nuova giornata di sciopero del futuro.
 
Ci benderemo nuovamente commenta Ornella Cameran della RDB/CUB, a partire dalle ore 10.00 e per tutta la mattinata rimarranno bendate davanti all'Ospedale per denunciare che nonostante le rassicurazioni e le prese di posizioni da parte di tutti ad oggi ancora non si è visto nulla di concreto.
 
Sembrava imminente la loro riassunzione solo pochi giorni fa dopo l'incontro tenutosi a Roma al Ministero della Funzione Pubblica con la staff del Ministro Brunetta che si è impegnato ad incontrarle nuovamente insieme ai vertici dell'azienda e possibilmente dopo un quesito riformulato dall'ospedale.
 
Invece come sempre ad un problema concreto quello del lavoro abbiamo avuto a tutti i livelli solo risposte evasive, parole.
 
Noi con le promesse non possiamo garantire nulla ai nostri figli.
 
Le donne annunciano una nuova azione eclatante a sostegno di tutti i precari, che verrà annunciata dopo l'incontro del 4 marzo a Roma.
Al momento abbiamo contatti con decine di migliaia di precari con cui stiamo lavorando per costruire uno strumento nuovo post-moderno e di lotta per tutti i precari.
Dopo il 4 marzo sarà convocata una conferenza stampa per illustrare la nuova eclatante iniziativa.
 
scioperodelfuturo@hotmail.it
 
 
 
per informazioni contattare 366-4534300

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni