USB Gaslini (Ge): CORSO OSS E MANSIONI

Genova -

Partiamo dal presupposto che l’Rsu dovrebbe tutelare gli interessi di TUTTI i lavoratori. Non ci sembra ci sia stata molta trasparenza nell’iter seguito da delegati ed amministrazione, anzi. Soprattutto in una situazione come questa che, di fatto, rischia di modificare gli assetti organizzativi quotidiani degli Oss e degli infermieri, ci saremmo aspettati almeno la convocazione di un’assemblea dei lavoratori. Non è stata fatta nessuna chiarezza su temi come la tutela legale, la firma nella cartella medica, la raccolta differenziata, lo stoccaggio dei rifiuti non potenzialmente infetti, la somministrazione dei pasti,etc,etc. Non vediamo come sia possibile l’inserimento delle mansioni previste dal corso in questione con le mansioni attuali. Il carico di lavoro verrebbe, soprattutto in alcuni reparti, di fatto, raddoppiato. Aumento che rischia di danneggiare anche sia gli infermieri che i piccolo pazienti. Rammentiamo che quella sul “Benessere organizzativo” e “Stress Lavoro Correlato” sono due normative e non articoli di un quotidiano. Così come la responsabilità legale. Altra possibilità è che accada come già avviene in chirurgia dove l’ufficio infermieristico non è d’accordo che l’Oss svolga alcune mansioni ma chi si rifiuta di svolgerle rimane emarginato e viene tacciato di essere uno scansafatiche invece che un lavoratore serio che tutela i propri diritti e quelli dei piccoli pazienti. Quindi, di fatto, si andrebbe a riempire dei “buchi” di organico ed organizzativi senza riconoscimento né formale né tantomeno economico. Crediamo debba essere intrapreso un percorso serio di riqualificazione e riconoscimento professionale.. Per questo abbiamo contattato la D.ssa Deastis della formazione regionale ligure ,dirigente non molto disponibile a cui abbiamo chiesto come mai in Liguria non fossero mai stati attivati i corsi Oss con formazione complementare. Ha risposto che in Italia non erano mai stati attivati!!!!Allora le abbiamo inviato la documentazione che provava l’esatto contrario. Non ha risposto. Contattata telefonicamente, (un po’ infastidita a dire il vero ma ci perdonerà il fatto che cerchiamo di interessarci alle nostre vite….), ha detto che i corsi non sono stati attivati perché non riconosciuti dal CCNL Sanità Pubblica e che comunque creerebbe nuovi disoccupati!!! Ricordiamo che in alcuni integrativi aziendali di ospedali pediatrici la formazione complementare viene riconosciuta e retribuita con il profilo C. Chiediamo pertanto: - all’Amministrazione che chiarisca esattamente ed esaustivamente quali siano e quali saranno le mansioni dell’Oss all’interno dell’ospedale Gaslini reparto per reparto -alla Regione Liguria di istituire i corsi Oss con formazione complementare

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni