USB: Il Pronto Soccorso di Latina sta implodendo. E siamo solo agli inizi

Cosa altro dobbiamo aspettare per intervenire?

Non è un problema di spazi ma di organizzazione!

Latina -

 

Le attese di ricovero per mancanza di posti letto ormai superano i 5 gg. costringendo pazienti, per lo più
anziani, ad un confort indignitoso in stanzoni stipati e adagiati su scomode barelle!
Pazienti in attesa di visita con tempi che superano le 10 ore.
Personale che si affanna con ritmi quasi innaturali per sopperire all’enorme richiesta assistenziale.
Non è in funzione, rispetto agli altri ospedali della regione Lazio, un piano d’intervento straordinario in caso
di sovraffollamento e blocco barelle 118, come accaduto nella giornata di ieri.
Detto piano dovrebbe prevedere l’invio di pazienti codici verdi presso altri stabilimenti della provincia
pontina con maggiore disponibilità.
Basta vedere i numeri che in tempo reale sono visibili sul sito della regione Lazio per rendersi conto
dell’enorme discrepanza di accessi e numero complessivo di pazienti presenti nella struttura del Dea di
Latina rispetto agli PS della provincia.
La USB chiede un’ immediata unità di crisi che coinvolga tutti gli organi responsabili aziendali e del 118
per arginare questa situazione ormai insostenibile per gli operatori ed utenti!


P/ il Coordinamento regionale USB Sanità
Maurizio Trimarchi
 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni