INTERROGAZIONE PERSONALE FUORI RUOLO (COMANDO E/O ASSEGNAZIONE TEMPORANEA)

Nazionale -

Negli ultimi anni numerose AA.SS.LL. e Aziende Ospedaliere della nostra regione, causa blocco del turnover e assunzioni, hanno potuto ricoprire i posti vacanti in organico, mediante alcune procedure di personale in Comando, FUORI RUOLO e assegnazioni temporanee (es :ex art.42 bis Lgs/151/2001).

Questa categoria di lavoratori, comprende, quel personale dipendente di altre amministrazioni pubbliche regionali o interregionali, e quindi vincitore di concorso pubblico, che, dopo apposita richiesta e secondo determinati requisiti, viene assegnato temporaneamente ad un’altra azienda pubblica per ricoprirne i posti vacanti, secondo periodi definiti e in situazioni di necessità. L’intera regione Campania in tutte le sue Aziende Sanitarie, ne conta diverse centinaia.

Dal 2015, come sappiamo, quasi tutte le AA.SS.LL. e Aziende Ospedaliere, grazie all’avvenuto sblocco del turnover, hanno avuto la possibilità di assumere personale stabilmente, specie nelle figure di CPS INFERMIERI e OSS, e addirittura di indire avvisi di mobilità interregionale così come previsto dalla legge riguardante il reclutamento (D.Lgs 165/2001),Tuttavia, le diverse aziende ad oggi non hanno chiarito la propria posizione a proposito del personale in comando, assegnazione temporanea (ex art.42 bis) ecc.., nonostante i riferimenti legislativi e le disposizioni regionali sono molto chiare in merito.

VISTO: l’art.30 comma 2 bis del D.Lgs 165/2001:

“Le amministrazioni, prima di procedere all'espletamento di procedure concorsuali, finalizzate alla copertura di posti vacanti in organico, devono attivare le procedure di mobilità di cui al comma 1, provvedendo, in via prioritaria, all'immissione in ruolo dei dipendenti, provenienti da altre amministrazioni, in posizione di comando o di fuori ruolo, appartenenti alla stessa area funzionale, che facciano domanda di trasferimento nei ruoli delle amministrazioni in cui prestano servizio….”

Tale riferimento viene ribadito fermamente nella nota regionale prot.2017- 0265739 del 10/04/2017 con oggetto: “PRINCIPI GENERALI DI RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E UTILIZZO DELLE GRADUATORIE CONCORSUALI DELLE ALTRE AMMINISTRAZIONI”

Quanto sopra riportato sembra portare verso un’unica direzione, ossia il trasferimento diretto del personale comandato e fuori ruolo (qualora quest’ultimo sia disposto al trasferimento con rilascio del nulla osta definitivo dall’azienda di appartenenza). In tal modo, oltre a rispettare un riferimento legislativo, si garantirebbe anche la soluzione ideale in termini di efficienza, efficacia ed economicità, evitando la lungaggine e la burocrazia di procedure concorsuali superflue, e permettendo a personale già formato in azienda, di proseguire stabilmente la propria attività professionale.

C’è da considerare un altro fattore importantissimo, la stabilizzazione del personale comandato e FUORI RUOLO, in massiccia parte presente nelle diverse graduatorie di mobilità tutt’ora attive in Regione Campania nelle varie aziende, permetterebbe altresì un rapido scorrimento delle stesse, in quanto eventuali chiamate di personale già stabilizzato equivarrebbero a rinuncia.

Si chiede un intervento tempestivo a riguardo affinché le altre aziende coinvolte nella situazione in oggetto possano prendere provvedimenti rapidi e in conformità delle norme vigenti.

COORDINAMENTO REGIONALE USB SANITÀ CAMPANIA

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni