IL SERVIZIO SANITARIO LOMBARDO INTERVENGA IN AIUTO DEL POPOLO PALESTINESE. LUNEDI 26 GENNAIO DALLE ORE 13,00 PRESIDIO VIA POLA,9/A

Milano -

La scrivente Organizzazione Sindacale RDB/CUB Sanità, sensibile al dramma di migliaia di feriti di Gaza, impossibilitati ad essere curati col Sistema Sanitario Palestinese, ridotto al collasso, indice per lunedi 26 gennaio 2009 ore 13,00, sotto l’Assessorato Sanità Regione Lombardia in via Pola 9/a, un presidio pubblico per chiedere  un incontro urgente con il governatore della Regione Lombardia Roberto Formigoni, con il direttore Generale della Sanità Dott. Carlo Lucchina e con l’assessore alla Sanità Dott. Luciano Bresciani al fine di prevedere la possibilità di offrire nelle strutture sanitarie ospedaliere Lombarde, specifici posti letto destinati a questi feriti sopratutto civili e bambini, che altrimenti diventerebbero presto incurabili.


Come Organizzazione Sindacale abbiamo già chiesto al Ministro degli esteri di adoperarsi all'apertura di un corridoio umanitario che porti i feriti a cui necessitano trattamenti sanitari specifici nel nostro paese, crediamo quindi che anche la nostra Regione possa adoperarsi con coscienza e mettersi a disposizione nell'accogliere i feriti, e di approntare i piani di accoglienza e di ospedalizzazione essendo questa una possibilità già sperimentata in altre occasioni e ritenuta possibile anche da parte della Farnesina.

Come Sindacalisti ed Operatori sanitari non riusciamo a rimanere fermi ed indifferenti di fronte al dramma di vite umane che si potrebbero salvare con adeguate cure specialistiche nel nostro paese e crediamo come sindacato di poter interpretare la completa disponibilità degli uomini e donne che lavorano con senso del dovere all'interno del nostro sistema sanitario Lombardo nel mettersi a disposizione di questi uomini donne e bambine a cui in questo momento è negato il diritto a curarsi e quindi alla vita.  

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni